>

I germogli ti rafforzano! - Commenti ed esperienze con Herbalife - Membro Indipendente Herbalife - Herbalitalia.com

Vai ai contenuti

Menu principale:

I germogli ti rafforzano!

Pubblicato da Staff Herbalitalia in Alimentazione · 4/2/2014 11:36:45
Tags: VitamineMineraliDietaIntegratori Alimentari

In questi tesori della natura è racchiusa tutta l’energia vivificante del seme: una manciata al giorno alza una barriera contro virus, infezioni e anemie.
Il germoglio è un piccolo concentrato di energia vitale, uno scrigno di vitamine, enzimi, proteine, oligoelementi e acidi grassi Omega 3. I germogli sono alla base di una sana alimentazione quotidiana e, nello specifico, sono utili per combattere le malattie da raffreddamento e le allergie, alzare le difese immunitarie, ricaricarsi di vitamine e antiossidanti. Possiedono un altissimo valore vitaminico (vitamine A, B12 e C) e un’alta percentuale di sali minerali e oligoelementi. Il contenuto vitaminico-minerale, rispetto a quello del seme di partenza, è di 100 volte superiore! I germogli sono facili da digerire e possono essere consumati anche da chi non può mangiare legumi perché ha problemi a livello gastrointestinale. Per la presenza di numerosi enzimi le pietanze associate ai germogli diventano meglio assimilabili: ne basta un pugno al giorno per garantirsi un apporto antiossidante di tutto rispetto.

Scegli quelli più adatti a te!
Ogni germoglio cura disturbi specifici: l’erba di grano ad esempio rinforza le difese immunitarie; contrasta l’anemia e la demineralizzazione ed è un buon ricostituente in convalescenza. L’alfa-alfa (dal potere disintossicante), e i germogli di lenticchia (ricchi di ferro, manganese) sono ideali contro gli stati depressivi. Per curare l’esaurimento ci vogliono i germogli di crescione (ricco di potassio, fosforo, calcio, ferro, iodio), girasole (che rinforza anche ossa, denti e tessuti muscolari) e cece (drena le vie urinarie). Per vene e arterie pulite, scegli i germogli di azuki (fagioli della soia), carota e grano saraceno. Per un fegato sano, mangia i germogli di trifoglio, senape e orzo.

Come consumarli
I germogli sono più bianchi e delicati se fatti crescere al buio e più verdi, cioè più ricchi di clorofilla, se esposti alla luce dopo la germinazione. Prima di condirli, e quindi consumarli, si lavano 2-3 volte per eliminare i residui della germinazione

Dove si trovano?
Nei negozi di alimentazione naturale; se si acquistano i germogli già pronti, è bene evitare quelli in barattolo: essendo stati sterilizzati, il loro patrimonio vitaminico è minimo!

Ma puoi prepararli tu stessa in casa!
Il modo più sano ed economico per ottenere germogli sempre freschi e croccanti è farli in casa con un germogliatore: un utensile dotato di vaschette sovrapponibili sulle quali si adagiano i semi (preventivamente lavati) che verranno inumiditi un paio di volte durante la giornata. Nel giro di 3-5 giorni i germogli crescono e sono pronti per essere consumati, previo risciacquo. Si mantengono in frigorifero per 4-5 giorni se ben sigillati.
Fonte: Riza

Lascia un tuo commento qui sotto




Nessun commento

 
Utenti online
Torna ai contenuti | Torna al menu