>

Obesità, mangiare sempre lo stesso piatto fa dimagrire - Commenti ed esperienze con Herbalife - Membro Indipendente Herbalife - Herbalitalia.com

Vai ai contenuti

Menu principale:

Obesità, mangiare sempre lo stesso piatto fa dimagrire

Pubblicato da Staff Herbalitalia in Alimentazione · 21/3/2014 11:03:35
Tags: ObesitàPerdere PesoDietaIntegratori AlimentariColazione Equilibrata

La singolare soluzione proposta da uno studio Usa. Che presenta però molti rischi.
Mangiare sempre lo stesso cibo non aiuta a rimanere in salute ma potrebbe essere la soluzione per tagliare i chili di troppo. Un buon nutrizionista raccomanda di non saltare la colazione, fare cinque pasti al giorno e variare il più possibile il menù giornaliero per introdurre tutti i nutrienti di cui l’organismo ha bisogno per evitare di incorrere in carenze nutrizionali.
Eppure, secondo uno studio americano riportato sulla rivista scientifica "American Journal of Clinical Nutrition", mangiare sempre la “stessa minestra” potrebbe essere una soluzione, anche se un po' forzata e molto rischiosa, per vedere ridurre il proprio peso corporeo.

L’esperimento
Lo studio condotto dai ricercatori statunitensi ha trovato la conferma a quanto il senso comune già conosce: la varietà di cibi induce a mangiare di più e questo, alla fine, moltiplica l’apporto calorico. Al contrario, consumare in modo monotono gli alimenti si accompagna a un effetto di assuefazione che riduce la fame.
I ricercatori statunitensi hanno arruolato due gruppi composti da 16 persone obese e 16 con peso normale e hanno somministrato due diversi regimi alimentari che prevedevano una rotazione di alimenti quotidiana o settimanale. In più, per ogni compito affidato ai partecipanti e portato a termine era concesso il consumo di un piatto di maccheroni al formaggio.
Il risultato? Il gruppo con la dieta monotematica ha consumato solo 30 calorie in più a settimana, quello con la dieta più varia ne ha assunte ben 100 in più.
Secondo i ricercatori la riduzione della varietà nelle scelte alimentari può rappresentare una strategia importante per coloro che cercano di perdere peso. Gli alimenti - spiegano i ricercatori - possono innescare il rilascio di diverse sostanze chimiche a livello cerebrale, molte delle quali simili a quelle stimolate dalle droghe che possono portare a fenomeni di assuefazione.

I numeri dell’obesità
Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, sono in sovrappeso oltre un miliardo di persone in tutto il mondo ed è allarme tra i giovani: circa 22 milioni di ragazzi di età inferiore a 15 anni sono obesi, con un trend in costante aumento.
Gli adulti obesi in Italia sono oltre 4 milioni, con un incremento del 25% rispetto al 1994. Il fenomeno acquista particolare rilevanza a partire dalla classe di età 45-54 anni (13% di obesi) e il valore massimo (15%) è raggiunto dalle persone di 55-64 anni. Per le donne di 45-54 anni il tasso di obesità addirittura raddoppia rispetto alla fascia d´età 35-44 (12,8 contro 5,8%).
Fonte: Staibene

Prendete al pari di curiosità ciò che dice questo articolo; come sempre siamo per un'alimentazione varia ed equilibrata, a partire dalla colazione.
Lascia un tuo commento qui sotto




Nessun commento

 
Utenti online
Torna ai contenuti | Torna al menu