>

La mini dieta lampo per San Valentino - Commenti ed esperienze con Herbalife - Membro Indipendente Herbalife - Herbalitalia.com

Vai ai contenuti

Menu principale:

La mini dieta lampo per San Valentino

Pubblicato da Staff Herbalitalia in Alimentazione · 12/2/2014 09:55:11
Tags: San ValentinoDietaIntegratori AlimentariColazione Equilibrata

Per trascorrere la festa degli innamorati senza sensi di colpa verso la bilancia.
Per gli innamorati è il giorno di festa per antonomasia, quello in cui pensieri vanno tenuti lontani. Per gli innamorati alle prese con la bilancia, invece, il 14 febbraio – il giorno di San Valentino – diventa esso stesso una fonte di pensieri. Come evitare che la prevedibile cena a due per festeggiare il patrono degli innamorati, magari a base di cibi afrodisiaci faccia saltare tutte le fatiche sopportate finora per restare nel peso forma? Il modo c’è: una mini-dieta ad hoc, per arrivare al fatidico giorno e oltrepassarlo senza troppi “danni”.

Piccoli trucchi di base
Partiamo da alcuni presupposti essenziali: il primo dovreste conoscerlo, è il principio dei cinque pasti al giorno, tre principali (colazione, pranzo e cena) e due spuntini (a metà mattina e metà pomeriggio). Il secondo consiste nella raccomandazione di non far lavorare troppo il fegato, che così potrà pensare a smaltire i metaboliti accumulati nei giorni precedenti. Infine, via libera a frutta e verdura rigorosamente di stagione; poco sale; acqua a volontà: almeno un litro e mezzo al giorno.

Elimina i primi piatti
Immaginando un soggetto adulto e sano, appena sovrappeso, si può ipotizzare una dieta appena ipocalorica (dunque dimagrante) tra le 1300 e le 1400 calorie quotidiane, da seguire nei due o tre giorni prima e nei due o tre giorni dopo il San Valentino. Potrebbe essere strutturata così:

A colazione: come sempre deve essere fatta e deve essere equilibrata, ricca di elementi nutritivi e moderando possibilmente gli zuccheri semplici

A metà mattina: un frutto di stagione, per esempio una mela, una pera o uno snack proteico.

A pranzo: solo un secondo piatto, per esempio di pesce al vapore o bollito: non più di 150 grammi netti se surgelato, fino a 250 grammi lordi se fresco. Per contorno, 250 grammi netti di verdure a scelta tra bieta, broccoli, cicoria, finocchi e insalata mista. Il tutto condito con due cucchiaini di olio extravergine di oliva. Pane tostato, non più di 40 grammi. Frutta: un’arancia oppure due mandarini.

A metà pomeriggio: un vasetto di yogurt magro, anche alla frutta o uno snack proteico.

A cena: solo un secondo piatto di carne ai ferri, per esempio vitella o pollo o tacchino o coniglio (non più di 150 grammi).
Per contorno, 250 grammi netti di verdure a scelta tra spinaci, broccoletti, funghi o insalata mista. Il tutto condito con due cucchiaini di olio extravergine di oliva. Stessa quantità di pane del pranzo. Frutta: una arancia o un kiwi.
Fonte: Staibene

Come sempre ricordiamo che iniziare al meglio la giornata con una colazione equilibrata è la cosa migliore da fare, noi consigliamo questa:
http://adf.ly/dNBqk

Lascia un tuo commento qui sotto




Nessun commento

 
Utenti online
Torna ai contenuti | Torna al menu